Quando ricorrere alla mediazione familiare

Consulenza Mediazione Familiare

Quando ricorrere alla mediazione familiare?

” Non mi hai mai ascoltata/o”
” Vuoi sempre aver ragione tu”
” Sono esausto/a, sono passati anni oramai e non siamo ancora riusciti a separarci”
” Con te non si può parlare”
” Mi ha tradito/a”
” Non provvede al mantenimento dei figli”
” Non passa mai del tempo con i figli”
” Ogni festività è sempre il solito problema di organizzazione”
” Non mi fa vedere i figli”
” Non riesco a imporre delle regole educative ai nostri figli”
” Non riusciamo a comunicare”.

Se leggendo queste frasi ti sei sentito chiamare in causa allora vuol dire che ti trovi all’ interno di una separazione, la quale sta procedendo lentamente e non coi risultati che vorresti, o diversamente non sei soddisfatto degli accordi ottenuti col divorzio.

Ecco che potrebbe interessarti ricorrere alla mediazione familiare.

Un percorso breve, della durata di circa 10/12 incontri di un ora, al termine del quale troveremo accordi condivisi sia economici che familiari con l’ex partner al fine di soddisfare i vostri bisogni e quelli dei vostri figli.

Accordi che potrete tenere come scritture private o far omologare in Tribunale.

Immagine del sito: mammaimperfetta.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *